Stili&Idee ,

Cos’è Japandi?

5
(1)

L’armonia naturale che si trova nello stile Japandi deve molto alla Danimarca e ai legami culturali di lunga data del Giappone. È un rapporto di influenza che inizia oltre 150 anni fa, quando architetti, artisti e designer danesi iniziarono a viaggiare in Giappone in cerca di nuova ispirazione. Molti credono che le tracce di quella prima influenza giapponese possano essere viste nelle ceramiche, nei mobili, nell’architettura a pianta aperta e nel minimalismo danesi di oggi. E l’ammirazione è reciproca, con il design danese ricercato in tutto il Giappone da molti decenni. Poi c’è il rispetto condiviso delle nazioni per gli artigiani, l’artigianato e i materiali naturali, principalmente il legno. Mentre sia la filosofia giapponese del “wabi sabi” che l'”hygge” della Danimarca si basano su un profondo apprezzamento per la semplicità.

Quali sono gli elementi di Japandi?

COLORI NATURALI

Qui è dove il campo di Japandi si divide. Coloro che puntano verso l’espressione Scandi probabilmente opteranno per una tavolozza a base bianca o neutra con accenti ricchi. Altri sceglieranno grandi strisce di colori intensi su pareti e altri elementi. In entrambi i casi, lavora con toni naturali come il blu, il verde, il prugna e il marrone. Il nero è anche uno dei preferiti nelle stanze in stile Japandi.

ACCESSORIARE CON CURA

Le filosofie dietro i linguaggi di design di entrambe le nazioni richiedono accessori che privilegiano la funzionalità rispetto alla decorazione. Pensa a stoviglie in ceramica non smaltata, vasi e alcuni libri. Infine, combina i comfort casalinghi di Scandi con l’imperfezione giapponese attraverso cuscini e plaid a contrasto.

Coltiva la natura

Fibre naturali e materiali sostenibili sono anche elementi chiave nello stile Japandi. Il legno é una scelta ovvia per i mobili. I pezzi scandinavi sono perfetti in quanto presentano tipicamente linee pulite e semplici. In Giappone, invece troviamo legni macchiati o dipinti e le forme curve sono più comuni. Tuttavia, non aver paura di mescolare e abbinare i due stili, per aumentare l’interesse visivo. Oltre al legno, altri materiali giapponesi popolari sono il bambù, il rattan e la carta.

VIA IL DISORDINE

Il Japandi si concentra su linee pulite e spazi aperti. Se hai una famiglia attiva e fai fatica a trovare quel look minimalista, prova il “finto minimalismo” con contenitori naturali come scatole e cestini, o schermi pieghevoli come un paravento per nascondere le cose in eccesso e mantenere il tuo spazio libero da ingombri .

Le piante sono un’altra caratteristica importante nell’interior design Japandi. Dopotutto, sono un modo semplice ed economico per portare la natura in casa. Sono infatti accoglienti, aggiungono vivacità naturale e sono utili per ‘ammorbidire’ un interno ultra-minimalista. Inoltre, le piante possono anche migliorare la qualità dell’aria riducendo l’anidride carbonica e la polvere, perfette per emulare tutta quella sana aria scandinava! Dove lo spazio lo consente, puoi mescolare e abbinare piante in vaso e appese. Oppure potresti scegliere un albero Bonsai per enfatizzare l’atmosfera giapponese della tua stanza.

Trame e tessuti all’interno del design Japandi

Se desideri aggiungere un po’ di calore e interesse ai tuoi interni Japandi, ti suggerisco di considerare l’utilizzo di diverse trame e tessuti. I giapponesi, in particolare, sono rinomati per incorporare motivi squisiti nel loro arredamento. Quindi, cuscini e tende sono un punto di partenza ovvio, ma potresti anche aggiungere plaid e stoviglie. In effetti, seta, velluto e cashmere sono trame indulgenti che aiuteranno a creare hygge. Altrimenti, potresti migliorare uno spazio rustico con motivi intricati per un’esplosione di vitalità. Troppi dettagli decorativi sono out, è un dato di fatto che i pezzi ben ponderati funzioneranno meravigliosamente e questo include le pareti. Quindi, se non sei troppo appassionato del beige, ti suggerisco di completare una tavolozza di colori neutri con una carta da parati Japandi.

Puoi anche utilizzare forme e trame in stile Japandi con gli accessori. Specchi, cornici, lampade da tavolo, vasi e persino opere d’arte accuratamente curate possono trasformare l’aspetto e l’atmosfera di una stanza.

foto per gentile concessione di Architectural Digest & Moretti


Ti è piaciuto questo articolo?

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!