Rinnovare , ,

La giusta finitura di vernice per i colori della casa

4
(1)

Se non hai familiarità con l’intero vasto mondo della pittura (vi assicuriamo, questo è davvero un mondo molto vasto), allora quando cammini per la strada dei colori per la casa, potresti sentirti come un bambino in un negozio di caramelle, o come se fossi anche sommerso nell’oceano della scelta. Ma aspetta! Il colore non è l’unico modo per aggiungere personalità a una stanza, ci sono anche le giuste finiture di vernice.

In effetti, lo stesso colore della vernice può sembrare completamente diverso a causa di diversi trattamenti superficiali, da opaco a lucido e qualsiasi lucentezza intermedia.
Domanda da farsi: quale smalto dovrei scegliere? Piccoli cambiamenti nella brillantezza possono avere un grande impatto sulla durata e sulla luce. Questa ulteriore possibilità significa più opzioni per trovare la vernice perfetta per il tuo spazio.

OPACO

Ha più pigmenti di qualsiasi altra finitura ed è un correttore di vernice.
Aspetto: non riflettente, la superficie piana assorbirà e nasconderà eventuali urti o graffi sulla superficie del muro.
Punti deboli: le finiture piatte sono le più difficili da pulire, quindi non utilizzarle in aree con traffico intenso. Ma se si tratta di una vernice di alta qualità, dovresti essere in grado di rimuovere delicatamente eventuali imperfezioni dopo che la vernice si è asciugata per 30 giorni.
Ideale per: stanze poco trafficate con molta luce, come uffici o soggiorni formali.

SUPER OPACO

La superficie è vellutata, ricca e satura. Non sono facili da pulire, quindi se la tua casa è piena di bambini, fai attenzione.

GUSCIO D’UOVO

Questa popolare finitura non è lucida ma non completamente opaca ed è più facile da pulire rispetto a una superficie piana.
Aspetto: Ha una leggera sensazione vellutata. Quando la luce la colpisce, emetterà una luce più morbida. Pensala come una luce che si adatta a qualsiasi cosa.
Pregi: Sebbene non sia resistente come il semilucido, il guscio d’uovo può nascondere meglio le imperfezioni ed è fra i più facili da pulire rispetto alle finiture piatte.
Adatto a: spazi quotidiani, come soggiorni e camere da letto.

SATINATO

In termini di resistenza, forse il miglior giocatore a tutto tondo.
Aspetto: proprio nel mezzo dello spettro lucido, la finitura satinata riflette più luce del guscio d’uovo, non così lucida, ma più semilucida.
Pregi: le pareti irregolari e altri difetti sono ben nascosti ed è facile da pulire.
Indicato per: ambienti umidi, come bagni o stanze buie, con luce naturale insufficiente, come scantinati.

SEMILUCIDO

Più luminoso del satinato, il semilucido è noto per la sua luminosità. Se usato come accento, può anche andare bene con altre finiture.
Aspetto: Se hai bisogno di qualcosa di duro e ti piace la lucentezza, allora il semilucido fa per te. Tuttavia, grazie alla sua maggiore lucentezza, sarai in grado di vedere più facilmente le imperfezioni esistenti.
Indicato per: molto adatto per aree con elevata umidità e traffico intenso, Come cucine e bagni, o modanature e decorazioni a corona, per farle risaltare. Ottimo per armadi e pensili.

LUCIDO E SUPER LUCIDO

Super riflettente e d’effetto, è anche il più forte.
Aspetto: la maggior parte dei designer penserebbe a una finitura lucida come una finitura speciale a causa del suo attraente effetto simile al vetro.
Punti deboli: Non è perfetto, ma è anche molto facile da pulire. In altre parole, la lucidatura è la più difficile da applicare.
Ideale per: accenti che vuoi davvero mettere in risalto, come mobili, porte o armadietti.

Ricorda: prima di prendere una decisione sui colori della casa e le relative finiture, fai un inventario personale della tua abitazione e mantieni realistiche le valutazioni sulle condizioni delle pareti, considerando come la lucentezza può evidenziare o ridurre i difetti.


Ti è piaciuto questo articolo?

Voto medio 4 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

As you found this post useful...

Follow us on social media!